In interiore Homine.

L’editoriale di Alessandro Feroldi per grandangolare.com settimanale on line con 5 milioni di lettori italiani nel mondo

In interiore homine

Appunto. In interiore homine habitat veritas, diceva sant’Agostino. Filosofo pensatore religioso che, in quelle tabelle che stilano le università americane, sarebbe una delle menti più alte della storia umana. Dentro nell’uomo abita la verità. Non passa qualche volta, abita proprio, è stanziale. Basterebbe cercarla. Il lockdown di un anno dovrebbe averci insegnato, confusi dalle mille informazioni (non sempre eccelse) di cui siamo percettori nell’era dei social, che bisogna imparare a pensare. Per molti sarebbe la prima volta, e per questo ancor più salutare ed emozionante. Per qualunque necessità l’uomo da decenni ricorre a qualcosa fuori da lui: automobile, telefonino, aereo, internet, carta di credito. Un lungo elenco di sostegni per evitare di agire e pensare, basta seguire la corrente. E intanto si perde la coscienza del libero arbitrio, si dimentica che un’idea è più potente di un ordigno nucleare. Non è facile riflettere, la nostra era è dominata dagli psicologi e dai dietologi per il troppo che opprime la nostra mente e il nostro corpo. È impegnativo tornare al pensiero, ma è la migliore alternativa a depressione e ansia, al sentirsi perduti chiusi in casa. Può aiutare un buon libro, la lettura ha tempi naturali, senza fretta. L’augurio è di ritrovarsi con la propria mente, usandola come vorrebbe la natura, senza falsi miti. Sarà una gran fatica, ma alla fine una gran liberazione.




0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti