Algortimi, La violenza non ha sesso

7.9.21 L’editoriale di Alessandro Feroldi


La violenza non ha sesso


Si insiste a dare un nome all’omicidio e alla violenza in base al sesso e alla condizione della vittima. Lana caprina per riempire di noia i bellicosi talk show televisivi. Quando invece, dalla notte dei tempi, l’omicidio è un omicidio. L’unica distinzione che ha senso è nell’età delle vittime, i minori, la categoria meno tutelata. Il grosso impedimento è l’omertà delle famiglie, nel cui ambito avviene la quasi totalità delle violenze, dallo stupro all’omicidio. Non è coniando il termine femminicidio che si attua una politica sociale a tutela dei più deboli. Le variazioni lessicali non rendono la violenza più o meno grave. 1/3 delle donne italiane ha ricevuto una violenza, dalle molestie fino allo stupro. 1/5 ha subito violenza fisica, 1/5 violenza sessuale. Lo stupro è sempre a opera di parenti, partner o amici. Ma quante di queste vittime denunciano il violento? Quante riescono a sopportare la vergogna di far conoscere l’accaduto? E le denunce hanno un seguito efficace? La donna uccisa in strada in Sicilia aveva un ex violento, ma dopo l’arresto e i domiciliari era stato solo ammonito di tenere la distanza di 200 metri. L’ha ignorata ha sparato e ucciso. Il trentenne che ha stuprato una ragazzina di 12 anni al Pilastro a Bologna era recidivo, con precedenti per violenza e pedopornografia, a piede libero. La madre rom che per 4 anni picchiava il figlio perché andasse a cercare metalli nella spazzatura invece che andare a scuola?


Ne parliamo giovedì 9.9.21 alle 16 con Corrado Bartolomei assessore a Loiano (Bologna)


Link a “Oggi vi presento - Algoritmi di Alessandro Feroldi”


https://youtube.com/channel/UCzj4lDOBWy4Ul0qBUz43_XA


https://www.twitch.tv/oggivipresento


0 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti