Alessandro Feroldi

 

Turas Mara il lungo viaggio

 

Storia di bipedi e quadrupedi

 

 

Incipit: Turas Mara (‘lungo viaggio’ in gaelico-scozzese)

Angus parte, lentamente. Nello specchietto vede i cancelli della clinica psichiatrica chiudersi. Addio a vent’anni di lavoro là dentro. Sul sedile davanti il suo cagnolino, Mascotte, un West Highland White Terrier. Dietro tre ragazzi e due ragazze.

Le cartelle cliniche riportano “lievi disturbi psichici”, non c’è più ragione di tenerli rinchiusi. Padri e madri non li rivogliono a casa. Angus non può abbandonarli, sono la famiglia che non ha. Chiede e ottiene di occuparsi di loro. Ha ereditato un casale in Scozia e denaro sufficiente per tutti, li porterà a casa sua.

Giacomo ha una distimia con disturbo dell’umore, un depresso cronico. Clara è distonica, con posture anormali. Dario è autistico, con regressione del linguaggio verbale. Beatrice ha tic motorii della sindrome di Tourette e deficit di attenzione. Federico ha la fobia scolare.

Angus ha passato con loro gli ultimi tre anni, ha gestito i loro comportamenti imprevedibili. Non sono da camicia di forza, ma nessuno se ne vuole occupare. Sera dopo sera li ha istruiti su tutto: storia, geografia, arte, musica, letteratura. Nell’ora d’aria giocavano con Mascotte.

Il problema però non si risolve, non sono autosufficienti. Sempre controllati, mai presa una decisione in vita loro. L’eredità spinge Angus a tornare in Scozia, a curare i ragazzi con un viaggio e a inventare la favola di Boo, un Westie truffaldino che raggira tutti, perfino la regina Elisabetta. Racconta anche della sua vita difficile, del suo grande amore che dalla Scozia l’ha portato in Maremma.

Il viaggio attraverso l’Europa fino in Scozia, i racconti, tutte novità che faranno bene a quei giovani. La miglior cura per loro, maggiorenni sulla carta ma in sostanza bambini che non hanno mai vissuto un giorno di vita normale. Finalmente liberi, Angus e i ragazzi, dai fantasmi del passato.

Lo trovi su Amazon a questo link e nelle migliori librerie in versione italiana ed inglese.